Archive for gennaio, 2008

Mastella

sabato, gennaio 26th, 2008
Ciao,
 sto cominciando a digerire la caduta del governo Prodi per mano di Mastella. Era chiaro che il nostro mastellone nazionale aspettava soltanto la scusa per uscire dal governo e alle prossime elezione correre con Berlusconi per prendere la sua poltrona come ministro.
Chissa quanto Berlusconi sia contento di ciò ma sicuramente se riuscira a incularlo sarebbe la prima volta che tifo il berlusca!
Luca

Napoli e Milano

martedì, gennaio 15th, 2008

Ciao,

oramai l’emergenza rifiuti sembra cominciare a rientrare. Queste emergenze, negli ultimi dieci anni, sono periodiche.

Antonio Bassolino, forse, è la persone con le colpe maggiori in quanto ha invocato, ed è riuscito a farsi dare, il commissariamento dei rifiuti quando era sindaco di Napoli: e non ha risolto niente. E’ stato eletto presidente della regione Campania e non ha fatto niente. Quando seraficamente ha ammesso di aver sbagliato e non aver concluso niente ma non si dimetteva ha tirato fuori di me il Grillo che c’è in ognuno di noi. Anche la signora Iervolino è saltata fuori con la frase: "non è morto nessuno" parlando della crisi dei rifiuti mi ha fatto capire come la casta dei politici vive oramai fuori da ogni realtà.

Posso permettersi di fare queste uscite perché loro non hanno la monnezza sotto casa. Il discorso non è molto semplice in quanto, purtroppo, la "gestione" dei rifiuti a Napoli è in mano completamente alla camorra, e alle tante persone che hanno manifestato giù a Napoli non posso che dire: marcite nella vostra spazzatura. Sarò razzista e cattivo, ma non mi sembra neanche giusto che il resto d’Italia, a cominciare da Sardi e Siciliani, prendano la loro spazzatura senza che ci sia un piano serio dii rientro dell’emergenza. Io non ho le competenze e la capacità per gestire e risolvere una situazione del genere, ma non è ammissibile che il resto d’Italia si prenda anche la monnezza che loro non sanno smaltire. Già non riusciamo a smaltire la nostra di spazzatura. Vediamo ora se il nuovo superpoliziotto De Gennaro saprà risolvere la situazione: ovvero fare un vero e proprio piano che nei prossimi cinquesei anni non faccia più ricadere in questo delirio. Purtroppo sono molto negativo su questo punto.

Intanto a Milano, da un paio di settimane circa, è entrato in funzione l’ecopass. Non penso che questo possa migliorare la qualità dell’aria, ne diminuire il traffico dei veicoli nella cerchia dei bastioni di Milano. Almeno non da solo. Potrà essere utile solo se questi soldi verranno utilizzati per migliorare il servizio pubblico dei mezzi pubblici. Se davvero si vuole migliorare l’aria e la mobilità di Milano, comunque, bisogna far pagare tutti coloro che entrano con macchine che non sono ne a metano ne elettriche/ibride. Il sindaco Moratti mi deve spiegare perché un Porche Cayenne euro 4, diciamo almeno un 2000?, non paga mentre una Saxo 1100 euro 2 debba paga: non penso che per fare 20 km il Cayenne inquini di meno di una Porche.

Luca